Mirco Roppolo

Speciale nastro magnetico

nastro_magnetico

Scopriamo insieme il nastro da 1/4 di pollice (circa 6,3 mm) di altezza, usato nel campo audio sia per i magnetofoni di ogni tipo, che per le cassette stereo 8.
Il nastro, pur essendo sempre della stessa altezza, esiste in varie tipologie in base ai suoi campi di utilizzo: particolarmente resistente è quello usato nelle cassette stereo 8; poi ci sono nastri da breve a lunghissima durata, in base allo spessore.
Cercheremo di spiegare tutto in maniera semplice, per essere compreso da tutti.

Ecco come si può suddividere il nastro.

Sistema a 2 tracce

tracce_mono

Si può registrare in monofonia, su entrambi i lati, oppure in stereofonia utilizzando un unico senso di scorrimento.
Questa configurazione viene usata per scopi professionali, perchè si sfrutta tutto lo spazio possibile.

Sistema a 4 tracce

tracce_stereo

Questa è la tipica configurazione per l’uso stereofonico su entrambi i lati, oppure 4 tracce mono (2 per lato).
In verde è rappresentato il lato 1 ed in rosso il lato 2.

Velocità Vs qualità

La velocità è direttamente proporzionale alla qualità della registrazione, per cui utilizzando valori alti si ottengono dei buoni risultati. Da non trascurare però la densità e le mescole con cui è realizzato il supporto, che ci consentono di ottenere alta fedeltà, e basso rumore di fondo.
Di seguito vediamo le velocità standard e le relative utilizzazioni, le unità di misura sono i centimetri al secondo (cm/s) oppure i pollici al secondo (Inches Per Second):

2,38 cm/s – 15/16 ips – per parlato, registrazioni di lunghissima durata a qualità bassissima
4,75 cm/s – 1 7/8 ips – per parlato o musica, registrazioni di lunga durata a qualità bassa
9,5 cm/s – 3 3/4 ips – qualità medio alta, usata anche a livello commerciale
19 cm/s – 7 1/2 ips – qualità alta, adatta anche per le copie dei master in sala di incisione
38 cm/s – 15 ips – qualità altissima, usata per la stampa dei dischi in vinile
76 cm/s – 30 ips – qualità altissima, usata per la registrazione in presa diretta nelle sale d’incisione

Nei magnetofoni di uso quotidiano, amatoriali e semiprofessionali le velocità più diffuse vanno dai 2,38 a 19 cm/s, e le più usate sono: 4,75 e 9,5 cm/s perchè hanno un buon rapporto qualità/durata.

Collezione

Magnetofoni
I fantastici registratori a bobine
Radio
Apparecchi radio di ogni tipo
Giradischi
Dalla fonovaligia al piatto hi-fi
Televisori
Dai giganti a valvole a quelli portatili

 

Amplificatori
 Amplificatori audio 
Stereo 8
Lettori e cassette Stereo 8
Speciali
 Approfondimenti e curiosità
Riversaggi
Converti i tuoi nastri su cd o mp3